Idee di viaggio

Amsterdam: in cerca di perle nei dintorni. Una ricognizione tra Marken e Volendam

Redazione

Redazione

Quando progetterete il prossimo viaggio nella capitale olandese, riservate almeno un giorno per esplorare i suoi dintorni. Perché è solo così che entrerete davvero in contatto con lo spirito di questo paese, intessuto di tenacia, lotta continua contro l'avanzare del mare, e tantissima bellezza.

Marken: le splendide case in legno
Marken: le splendide case in legno
Marken: tutto ciò che si può costruire con il legno

Questo paese, noto per le case in legno pitturate di verde, sembra uscito da un libro di fotografia. L’isola nello IJsselmeer su cui si trova diventò tale nel 1164, quando la “Grande Inondazione di Sint Juliana” la separò dalla terraferma. Le case antiche si stringono l’una all’altra sulle dune artificiali, le barche a vela ondeggiano nel porto e alcune donne anziane indossano ancora i vestiti tradizionali. Sembra di essere al tempo in una favola.

Ovviamente ci sono molti turisti, soprattutto durante il fine settimana, ma la maggior parte percorre solo la via principale che attraversa il paesino. Girovagate invece per le viuzze laterali e passeggiate sulla diga fino al faro! I residenti bevono la loro birra serale al Hof van Marken, un piccolo ma grazioso hotel-ristorante nel centro del paese.

Arrivare qui da Amsterdam non è difficile, un autobus parte ogni mezz’ora dalla stazione centrale e arriva a Marken in circa 40 minuti. Se avete tempo ed energie a sufficienza, potete anche raggiungere Marken in bicicletta in meno di due ore (circa 22 km). Iniziate questa splendida gita prendendo il traghetto dietro la stazione centrale fino a IJplein, seguite poi Meeuwenlaan, svoltate a destra sulla Nieuwendammerdijk e proseguite sulla diga dell’IJsselmeer. Dopo aver superato il paese di Uitdam girate a destra e prendete la strada rialzata che collega Marken con la terraferma.

Zandvoort: verso il Mare del Nord
Zandvoort: verso il Mare del Nord
Zandvoort, un tuffo nel mare del Nord?

Il viaggio in treno fino alla stazione principale di Zandvoort aan Zee, la località balneare sul mare del Nord alle porte di Amsterdam, dura appena mezz’ora. La cittadina, con i suoi anonimi complessi di appartamenti, non è memorabile, ma vale la pena venire qui per una passeggiata lungo una spiaggia che sembra infinita. Noterete tipici carretti trainati da trattori sulla spiaggia: vendono pesci fritti di ogni genere e deliziosi panini farciti con granchio. 

Volendam: gioco di specchi
Volendam: gioco di specchi
Volendam: bellezza e rispetto per la memoria

Questo paesino dotato di uno stupendo porto peschereccio è una delle località più visitate dei Paesi Bassi. Si trova nella regione del Waterland e affaccia sul Markemeer, proprio di fronte alla penisola di Marken. Il nome, come si intuisce facilmente avendo un po' di dimestichezza con i toponimi olandesi, deriva proprio dalla diga che nel XIV secolo separò il Per-Ye dal mare. 

Girando per le stradine, non stupitevi di trovare numerosi monumenti commemorativi. Una terribile tragedia turbò la quiete del paese nella notte di Capodanno del 2001: 14 persone persero la vita nell'incendio che distrusse il Café 't Hemeltje, il più grande locale cittadino, proprio durante i festeggiamenti per l'anno nuovo.

 

 

Articoli

Potrebbero interessarti anche

Idee di viaggio

“Porta d’Oriente”: il soprannome di Otranto si riferisce alla posizione, nel punto più a est d’Italia, e all’aspetto, con casette bianche che sembrano uscite da una fiaba delle Mille e una notte. Nei giorni limpidi, all’orizzonte oltre l’Adriatico, si scorgono le coste dell’Albania. D’estate è una meta turistica molto frequentata grazie al curato centro storico, al famoso castello e alla cattedrale che custodisce preziosi mosaici.

Idee di viaggio

La città conserva un’atmosfera d’altri tempi, ma tanto è immobile la sua architettura medievale, quanto è esuberante e inaspettata la proposta gastronomica e culturale. La realtà è questa: nel Medioevo Asti era la repubblica più potente e ricca del Piemonte, talmente ricca da evitare la distruzione minacciata dall’imperatore Federico Barbarossa semplicemente pagando un riscatto.