Idee di viaggio

Barcellona low budget? Si può fare

Noi in viaggio

Gaia Tamburini

Barcellona, quanto l’abbiamo sognata! Prima grande tappa del nostro viaggio in Spagna, la capitale della Catalogna è nota soprattutto per l’arte e l’architettura. Se vi state chiedendo se si può e se vale la pena visitarla con un budget limitato, secondo noi si! Barcellona è un museo a cielo aperto e sicuramente vi saprà incantare, anche con queste esperienze perfettamente low budget.

La fontana delle tre grazie in  Plaça Reial | Credit Gaia Tamburini
La fontana delle tre grazie in Plaça Reial | Credit Gaia Tamburini
Prima fermata: la Rambla e la statua di Cristoforo Colombo

Non si può dire di essere stati a Barcellona senza aver fatto due passi sulla celebre Rambla, il viale centrale che da Plaça de Catalunya vi porta direttamente al mare. Vi si trovano svariate attrattive, dalla celebre Fontana di Canaletes all’imperdibile Mercado de la Boqueria. Mentre passeggiate alzate lo sguardo, i palazzi che si susseguono vi trasporteranno immediatamente indietro nel tempo. In una laterale si trova Plaça Reial, iconica con la Fontana delle Tre Grazie e i lampioni progettati da Gaudì alla fine dell’800. Proseguendo sulla Rambla, proprio davanti al mare si trova il monumento a Cristoforo Colombo, magnifico nella sua grandezza e dalla storia curiosa, indicherà le Americhe, Genova o qualcos’altro?

Casa Batlló, Barcellona
Casa Batlló, Barcellona
Casa Batlló

Piena espressione dell’artista Gaudí, Casa Battló è considerato uno dei palazzi più originali al mondo, dichiarato nel 2005 Patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. Completata nel 1907, si trova nel quartiere modernista dell’Eixample, il distretto più popolato di Barcellona, che con la sua pianta regolare ha reso celebre le vedute aeree della città. La facciata di Casa Battló non può che attirare l’attenzione di tutti i passanti anche al giorno d’oggi, sia per i colori dei mosaici che rivestono l’intera facciata sia per le sue linee totalmente non convenzionali. Da vedere di giorno per apprezzarne la bellezza al sole e di sera, quando i mosaici e le vetrate vengono valorizzati dalle luci posizionate ad hoc. Un pezzo di storia che vi lascerà a bocca aperta.

Il monumento a Barcino, la Barcellona romana | Credit Gaia Tamburini
Il monumento a Barcino, la Barcellona romana | Credit Gaia Tamburini
Il Barrio Gotico

Il barrio Gotico, o quartiere gotico, arriva ai giorni nostri completamente conservato, eterno testimone del dominio dell’antica popolazione germanica. Nato dall’originario nucleo romano di Barcino, di cui si possono ancora apprezzare le antiche mura quasi totalmente conservate, oggi rappresenta il centro storico della città. I tratti dell’architettura gotica si riconoscono sulla quasi totalità dei palazzi ma è nella Cattedrale della Santa Croce e Santa Eulalia e nella Basilica di Santa Maria del Mar che si manifesta tutta la maestosità di questo stile. Le vie del Barrio sono sede di moltissimi tapas bar e ristoranti, frequentato sia dai locali sia dai turisti è il cuore pulsante della città, impossibile non fermarsi a mangiare qualcosa!

La Sagrada Familia, cantiere perpetuo | Credit Gaia Tamburini
La Sagrada Familia, cantiere perpetuo | Credit Gaia Tamburini
La Sagrada Familia

Scegliete un membro del vostro equipaggio e affidategli lo studio della Sagrada Familia, meraviglia delle meraviglie della città, seppur ancora incompleta. Divertitevi a cercare le centinaia di dettagli che si ritrovano sulle due facciate complete, ammirate i volti delle statue, tutti diversi perché generati direttamente da calchi di cittadini barcellonesi. Sarà una visita che vi lascerà senza fiato. Totalmente gratuita la visione dall’esterno, non vi deluderà sicuramente.

Barcellona, tutti i colori di Parc Güell
Barcellona, tutti i colori di Parc Güell
Il magnifico Parc Güell

Spostandosi verso il nord della città, sul Monte Carmelo, con una spesa di soli 10 euro si ha la possibilità di visitare il celeberrimo parco che deve il nome al mecenate di Gaudí, Eusebi Güell. Patrimonio dell’Unesco, il parco offre diversi scenari, si può infatti ammirare la città dall’alto, fiori e piante ricercate e ascoltare il rumore dei variopinti pappagalli che nidificano su alcune grandi palme. Scopritene la storia e i segreti, lasciatevi stupire dai colori dei mosaici e dall’architettura visionaria di Gaudí dove tutte le linee da dritte diventano curve e tutto diventa magico.

Articoli

Potrebbero interessarti anche

Idee di viaggio

La ricchezza della Valle d’Aosta è nelle sue montagne: alte, massicce, imponenti, incantevoli. Costituiscono la quasi totalità del territorio e tra esse vi sono le più alte d’Italia: Monte Bianco, Cervino, Monte Rosa, Gran Paradiso, vere meraviglie della natura. Il modo migliore per scoprire questa regione e le sue bellezze naturali è sicuramente…camminare!

Idee di viaggio

Se cercate un territorio bellissimo per una fuga nel verde in primavera, puntate sulla Sicilia. Vi aspettano scenari mozzafiato, infinito relax e la costante tentazione – alla quale è vietato resistere – del cibo dell’isola.