Idee di viaggio

Santorini: cosa vedere e cosa fare nell’isola più romantica della Grecia

Francesca Russo

Francesca Russo

Oggi vi porto con me alla scoperta di Santorini, gioiello delle Grecia che vi regalerà panorami da sogno. Vi basterà immergervi nei bianchi vicoli dell’isola per capire perché Santorini merita di essere visitata almeno una volta nella vita.

Viaggiare durante il Covid: requisiti previsti per arrivare sull’isola e rientrare in Italia

Assicuratevi di avere tutta la documentazione necessaria per accedere in Grecia. Infatti, in questo periodo di pandemia (salvo nuove disposizioni e restrizioni imposte dalla Grecia e dall’Italia), per recarsi sull’isola e rientrare, successivamente, in Italia è necessario avere il Green Pass (quindi essere vaccinati con entrambe le dosi) oppure effettuare un tampone molecolare (72 ore prima della partenza) o antigenico (test rapido, 48 ore prima della partenza).

Per viaggiare è necessario compilare online il PLF (Passenger Locator Form) che dovrà essere esibito in aeroporto insieme al Green Pass o al certificato che attesti l’esito negativo del tampone.

In Grecia vengono effettuati tamponi rapidi a campione a chi arriva sull’isola, nonostante la dimostrazione di un certificato con esito negativo del test effettuato in Italia.

Per poter rientrare in Italia, oltre alla compilazione online del PLF, è necessario effettuare un tampone, anche rapido (quindi 48 ore prima della partenza). Vi sono diverse cliniche che effettuato tamponi a Santorini, tra queste vi segnalo “Central Clinic” a Fira. Vi basterà portare con voi un documento di identità e, una volta effettuato il test, riceverete l’esito via email dopo due ore.

Tramonto a Firostefani, Santorini | Credit Francesca Russo
Tramonto a Firostefani, Santorini | Credit Francesca Russo
Qualche consiglio per visitare il meglio dell'isola

Santorini è una vera perla delle Cicladi. È il posto ideale per una vacanza tranquilla e romantica. Vi basteranno cinque giorni per visitarla tutta.

Giugno, la prima metà di luglio e settembre sono i periodi migliori per godere di ogni bellezza che regala l’isola. Essendo una meta turistica, già da fine luglio e per tutto il mese di agosto è probabile trovare Santorini affollata, e questo potrebbe impedirvi di ammirare al meglio ogni singolo scorcio dell’isola.

A Santorini, durante il periodo estivo, non piove mai. Ma il vento di certo non manca sull’isola. Proprio per questo consiglio di mettere in valigia qualche giacchino.

Arrivati in aeroporto, se volete muovervi in taxi, vi consiglio di chiedere subito il costo del vostro tragitto. Molti tassisti approfittano della presenza dei turisti sull’isola per chiedere cifre sproporzionate e per non fatturare.

Il modo migliore per muoversi a Santorini è in scooter. Vi assicuro che troverete parcheggio ovunque. Sull’isola è molto semplice noleggiarne uno.

La splendida Oia | Credit Francesca Russo
La splendida Oia | Credit Francesca Russo
Le spiagge da non perdere

Se volete una vacanza low cost vi consiglio di soggiornare a Kamari o Perissa. Da lì potrete raggiungere in meno di mezz’ora la parte più a nord dell’isola (ossia la bellissima Oia).

Alloggiare al sud vi darà la possibilità di visitare le spiagge più belle di Santorini. Tra queste vi segnalo la “Red Beach”, sulla costa meridionale dell’isola, famosa per la sua scogliera di colore rosso. Data la sua particolarità, questa spiaggia è spesso affollata. Vi consiglio di andarci al mattino presto se volete fermarvi qui.

Meno affollata di Red Beach è Vlychada. Si tratta di una spiaggia piuttosto lunga (un paio di chilometri), con una prima parte attrezzata e il resto, invece, zona libera.

Vlychada è unica per le alte scogliere poste subito alle sue spalle. Queste cambiano colore a seconda dell’ora del giorno, passando dal bianco al giallo-rosato. Vlychada è una spiaggia dall’atmosfera selvaggia. Pertanto, se siete amanti della comodità, non è il posto che fa per voi.

Per coloro che desiderano rilassarsi in spiaggia con tutti i confort possibili consiglio le spiagge di Kamari, Perissa e Perivolos, poste sulla costa orientale dell’isola. La caratteristica principale delle ultime due spiagge è il colore nero della sabbia.

A Kamari troverete la spiaggia e il fondale marino costituiti esclusivamente da grandi sassi, anche scivolosi. Vi consiglio, quindi, di mettete in valigia delle scarpette da scogli, utili anche per recavi nelle spiagge meno comode come Vlychada e Red Beach.

Se, invece, volete svegliarvi ogni giorno con la vista del mare e godere di un tramonto mozzafiato dal vostro alloggio vi consiglio di soggiornare a Oia, Imerovigli o Fira. Il costo, però, aumenterà parecchio.

Una deliziosa Soutzoukakia  | Credit Francesca Russo
Una deliziosa Soutzoukakia | Credit Francesca Russo
Le cittadine da non perdere

Oia è il vero gioiello di Santorini. Non vi basterà vederla una volta sola. Il tramonto da qui è magnifico. Vi troverete sommersi dal colore bianco delle casette del posto ricoperte da meravigliosi pergolati di bouganville. Rispetto alle altre città di Santorini, Oia è la più elegante e raffinata. Qui troverete diversi negozietti di souvenir e gioiellini tipici del posto.

Altra chicca di Oia è il suo magnifico porto, dove potrete mangiare a pochi centimetri dal mare.

Vi sarà difficile non innamorarvi di Imerovigli (situata poco prima di Fira), piccolo borgo che riesce a offrire panorami spettacolari sulla caldera e splendidi tramonti ma con molta meno folla rispetto a Oia.

Per godere al meglio della vista del posto rilassandosi con un buon drink, se non avete un budget di spesa, vi consiglio di fermarvi da “Kivotos Santorini”. Vivrete un’esperienza unica e indimenticabile. Qui al tramonto il romanticismo non mancherà di sicuro.

Un posto economicamente alla portata di tutti con vista altrettanto mozzafiato è Firostefani. Questo pittoresco paese, tra Fira e Imerovigli, è il punto più alto della caldera. Anche qui il tramonto è pazzesco. Vi consiglio di vedere il calar del sole da “To briki”, raffinato ristorante di cucina greca moderna che vi regalerà un panorama unico grazie ai suoi balconi trasparenti. Qui il rapporto qualità-prezzo è ottimo. Vi consiglio di prenotare qualche giorno prima per avere il tavolo migliore.

Articoli

Potrebbero interessarti anche

Idee di viaggio

La ricchezza della Valle d’Aosta è nelle sue montagne: alte, massicce, imponenti, incantevoli. Costituiscono la quasi totalità del territorio e tra esse vi sono le più alte d’Italia: Monte Bianco, Cervino, Monte Rosa, Gran Paradiso, vere meraviglie della natura. Il modo migliore per scoprire questa regione e le sue bellezze naturali è sicuramente…camminare!

Idee di viaggio

Se cercate un territorio bellissimo per una fuga nel verde in primavera, puntate sulla Sicilia. Vi aspettano scenari mozzafiato, infinito relax e la costante tentazione – alla quale è vietato resistere – del cibo dell’isola.