Idee di viaggio

Alla scoperta delle più belle attrazioni naturali della Slovenia

Francesca Lamperti

Francesca Lamperti

Terra lussureggiante, fatta di aria pulita e paesaggi incontaminati, la Slovenia è una destinazione ideale per chiunque ricerchi il contatto autentico con la natura. Ecco perché amanti dei ritmi lenti ma anche appassionati degli sport outdoor più audaci (in primis canyoning, rafting e kayak) si danno appuntamento ogni anno in questo angolino di mondo color smeraldo, alla ricerca del giusto mix tra avventura e relax.

Vi presentiamo le più belle attrazioni naturali di un paese che grazie alle sue dimensioni ridotte si presta perfettamente per un viaggio on the road (magari soggiornando in campeggi o glamping chic lungo il percorso!).

Lago di Bled: una gemma incastonata
Lago di Bled: una gemma incastonata
Laghi: nel segno di Bled e di altre perle

Di sicuro, uno degli scenari più famosi e pittoreschi di tutta la Slovenia è il celebre Lago di Bled: un meraviglioso specchio d’acqua nel quale si riflettono i profili delle foreste e quello del castello medievale, che svetta maestoso dalla cima di una rupe.

Probabilmente la meta turistica slovena più affollata durante i mesi estivi, il lago è un’ottima destinazione da esplorare anche nel periodo invernale, quando la superficie dell’acqua si ghiaccia ed è possibile pattinarci sopra.

Per poter godere della visuale migliore, vi consigliamo di inerpicarvi lungo il Trail 6 per circa una ventina di minuti: seguendo un sentiero tra i sassi (che necessita di calzature adatte!) giungerete al belvedere di Ojstrica dal quale poter scattare centinaia di foto-ricordo… Meglio ancora se all’ora del tramonto!

Oltre al Lago di Bled, tuttavia, anche il vicino Lago di Bohinj, situato ad appena 30km di distanza, merita senz’altro una visita: meno affollato ma comunque molto bello a livello paesaggistico, è perfetto per praticare kayak e un’infinità di altri sport acquatici. Lungo le sue sponde potrete imbattervi in numerosi centri per noleggiare tutta l’attrezzatura che vi occorre, a prezzi abbastanza convenienti.

Le splendide gole di Vintgar
Le splendide gole di Vintgar
Gole: da restare... senza fiato

Per quanto riguarda le gole, invece, le Gole di Tolmin e quelle di Vintgar sono a nostro parere le più suggestive: le prime selvagge, situate nel punto più meridionale del Parco naturale del Triglav, vi ricorderanno scenari in stile Jurassic Park; le seconde, invece, a brevissima distanza da Bled, vi stupiranno per le mille sfumature dell’acqua e per le passerelle sospese nel vuoto. Entrambe, ne siamo certi, vi lasceranno senza fiato.

Le cascate di Pericnik
Le cascate di Pericnik
Cascate: meraviglie d'acqua

Non solo laghi e gole: tra le attrazioni naturali più gettonate del paese troviamo anche splendide cascate.

Ce ne sono davvero di tutti i tipi e di tutte le dimensioni, nascoste tra la vegetazione. Tra le più significative, vi suggeriamo di non perdere le scenografiche Cascate gemelle di Pericnik, raggiungibili sia in auto che a piedi lungo il sentiero che da Mojstrana conduce alla Valle Vrata. Ciò che le rende tanto ambite, oltre all’indiscutibile bellezza, è la possibilità di camminare alle spalle del loro getto, grazie a un passaggio ricavato tra la roccia.

Anche la Cascata della Savica nel Parco del Triglav è piuttosto famosa: per arrivarci sarà necessario fare una passeggiata di una mezz’oretta nel bosco in prossimità del Lago Bohinj superando circa 500 gradini in salita. Tuttavia, la fatica sarà indubbiamente ripagata dallo spettacolo naturale che vi verrà offerto: un salto d’acqua di 80 metri lungo ripide e scivolosissime pareti montuose, circondato da arbusti e silenzio.   

Inoltre, se avete più giorni a disposizione, non perdetevi neppure l’imponente Cascata di Boka, nella Valle dell’Isonzo; la misteriosa Cascata di Kozjak, non lontano da Kobarid e la Cascata Rinka nella Valle del Logar, accanto alla quale troverete ad attendervi un adorabile caffè in legno incastonato nella falesia per poter fare una pausa con una vista eccezionale.

Alba sui monti Triglav
Alba sui monti Triglav
Montagne: in giro tra le vette

Infine, essendo la Slovenia caratterizzata per buona parte da zone montuose, non vi sarà difficile trovare un bel trekking da fare tra le vette. Anche in questo caso, infatti, avrete l’imbarazzo della scelta potendo optare tra percorsi di diversa difficoltà e pendenza.

Per gli escursionisti più esperti, costituirebbe una vera e propria eresia andare in Slovenia senza provare a salire sul suo monte più alto (diventato addirittura simbolo nazionale!): il Monte Tricorno o Triglav.

Tuttavia, i diversi percorsi che conducono alla sua vetta sono piuttosto impegnativi e non adatti a chi non è adeguatamente allenato, dal momento che si sfiorano i quasi 3.000 m d’altezza. Per questo motivo, in alternativa, vi proponiamo un’escursione al Visevnik, un monte più basso del Triglav dal quale potrete ammirare il gigante roccioso a distanza ravvicinata e… con la metà della fatica!

Articoli

Potrebbero interessarti anche

Idee di viaggio

Nel XIII e XIV secolo, il quartiere della Ribera era abitato da commercianti e artigiani, cosa che ne caratterizza ancora oggi l’aspetto: vicoletti, stretti portali ad arco, nonché modeste abitazioni e botteghe di artigiani.

Idee di viaggio

Città dell'auto, del cinema, del cibo, della magia e della cultura. E ancora: città delle Olimpiadi, della musica, del grande tennis e della pittura: ci sono mille modi per definire Torino. La cosa migliore è iniziare a conoscerla, a girare per le sue strade, innamorandosi degli innumerevoli profili del suo volto, che cambiano a ogni svolta, a ogni quartiere.