Idee di viaggio

Maremma: il tuo prossimo sorprendente weekend italiano

Benvenuti in Maremma. Quasi a metà strada tra Firenze e Roma si apre uno dei territori più ricchi di risorse e attrattive dello stivale. Borghi, terme, sapori e, soprattutto, il dominio quasi incontrastato della natura.

Maremma, poesia di canne e mare. Credits Gary C. Tognoni / Shutterstock
Maremma, poesia di canne e mare. Credits Gary C. Tognoni / Shutterstock
Parco Regionale della Maremma

L’attrazione principale della zona è il Parco Regionale della Maremma: tra la foce dell’Ombrone e il porto di Talamone scorrazzano liberi gli animali selvatici e le mandrie dell’Azienda Agricola di Alberese, sorvegliate da pastori a cavallo. Attenzione, però, perché i visitatori accedono al parco dagli ingressi di Talamone e Alberese, ma non possono allontanarsi dai sentieri. Il Centro Visite di Alberese fornisce diverse informazioni sui tour a pagamento, le escursioni notturne e i giri in canoa. Il ristorante Da Remo (Rispescia Stazione 5/7) non è cambiato molto nel corso degli anni, soprattutto per quanto riguarda l’ottima qualità dei piatti di pesce.

Giardino dei Tarocchi

In questo parco che si raggiunge in meno di un’ora d’auto a sud di Grosseto, vi aspettano i 22 simboli dei tarocchi variopinti ed esuberanti realizzati dall’artista francese Niki de Saint Phalle (1930-2002). Le coloratissime sculture, grandi quanto una casa, che spuntano dal terreno non sono lì solo per farsi guardare: i bambini possono anche intrufolarsi al loro interno e salirci sopra.

La terra dei cavalli

Uno degli elementi di maggior fascino nell’immaginario della Maremma è il favoloso, ma in realtà molto concreto, mondo dei butteri. Questi cowboy toscani, che vivono in perfetta sintonia con i cavalli e il bestiame, sono i protagonisti del centro Equinus, dedicato alla tradizione del cavallo maremmano. Passerete una giornata immersi nella natura e avrete un’ampia scelta di attività, come trekking e lunghe cavalcate, anche sulla spiaggia.

Saturnia: benessere vulcanico

La frazione di Saturnia, 60 km a est di Grosseto, è conosciuta soprattutto per la sorgente sulfurea d’acqua calda che sgorga da un cratere vulcanico. A monte delle terme naturali, già note ai Romani, è stato costruito l’albergo di lusso Terme di Saturnia, al quale possono accedere anche i visitatori giornalieri che abbiano acquistato un pacchetto spa. Siete cultori del low budget e volete un’ottima notizia? L’acqua continua a scorrere a valle fino a formare la Cascata del Mulino e diverse piscine naturali scavate nel tufo, in cui è possibile immergersi gratuitamente.

Vita da spiaggia e mondanità

Bagni di sole, kitesurf, giri in barca e piacevoli nuotate: in estate la località costiera di Marina di Grosseto si trasforma in un enorme parco divertimenti, dove potrete scegliere tra spiagge libere e stabilimenti balneari ben curati. Una dritta per chi viaggia in compagnia degli amici a quattro zampe: subito dopo il Ponte sulla Fiumara c’è anche un litorale con libero accesso ai cani. Per alzare il tiro della mondanità e godervi uno centri più eleganti di questo tratto di costa, proprio di fronte al Monte Argentario, puntate su Porto Santo Stefano. Quale degli yacht ormeggiati vorreste possedere?

Pitigliano, borgo magico in Maremma. Credits StevanZZ / Shutterstock
Pitigliano, borgo magico in Maremma. Credits StevanZZ / Shutterstock
Pitigliano: il borgo nel tufo

La vista di questo paesino che si staglia su una rupe di tufo 70 km a sud est di Grosseto vi lascerà senza parole. La sua storia plurimillenaria è stata scritta dagli Etruschi, dai Romani e nel Medioevo dalla nobile famiglia degli Orsini. Il centro storico vicino all’imponente acquedotto è un labirinto di vicoli e scalinate. Vi trovarono rifugio molti ebrei spagnoli e portoghesi, come ricordano il cimitero, la sinagoga e il museo.

Articoli

Potrebbero interessarti anche

Idee di viaggio

La penisola nella Penisola. Il promontorio dell’Argentario è un tesoro (lo dice il nome stesso) troppo spesso sottovalutato. Il suo mare si fa apprezzare sotto mille aspetti diversi: baie nascoste, spiagge sabbiose, insenature di sassi, maestose scogliere, acqua cristallina. I suoi borghi, da Porto Santo Stefano a Porto Ercole, colorano le calde serate estive. Ma anche le strade panoramiche, le tracce della dominazione spagnola, la riserva naturale della Feniglia… Insomma: in questo angolo di paradiso tra Lazio e Toscana c’è un tesoro da scoprire. O riscoprire.

Idee di viaggio

Si narra che le isole dell'Arcipelago Toscano siano le perle della collana indossata da Afrodite, spezzatasi quando la dea della bellezza emerse dalle acque e le sparse nel blu del mar Tirreno. L'Isola d'Elba è la più grande di queste perle e delle isole minori del nostro paese. Tuttavia, è ancora (fortunatamente) appartata e lontana dal trambusto e e dagli eccessi turistici della terraferma.