Idee di viaggio

Quel treno per l'antica Roma: in viaggio per Ostia, con una puntata al mare

A meno di 30 km dalle porte della Città Eterna, Ostia Antica era il suo porto commerciale e base navale; oggi è invece un romantico parco archeologico all’ombra dei pini. Godetevi l'atmosfera, tenendo presente che con un paio di stazioni in più sarete al Lido di Ostia, la spiaggia dei romani.

Il Decumanus Maximus di Ostia Antica
Il Decumanus Maximus di Ostia Antica
Una visita archeologica lontano dalla ressa

Prendete il trenino verso Ostia e Ostia Antica da Piazzale Ostiense. In poco più di 25 minuti vi troverete alla stazione di Ostia Antica. Da lì sarà semplicissimo attivare la macchina del tempo: pochi passi lungo una passerella in legno e sarete all'ingresso delle rovine di Ostia Antica. Benvenuti al tempo dei Cesari!

Passeggiate lungo la via principale, il Decumanus Maximus, fino alle Terme di Nettuno (dal primo piano c’è un’ottima visuale sui mosaici), passate la Caserma dei Vigili, fino alla Taverna di Fortunato con il mosaico pavimentale che reca l’iscrizione: “Se hai sete, allora bevi da questo calice”.

Dietro il ben conservato Teatro Romano, in cui d’estate si organizzano sempre visite guidate, si trova il Piazzale delle Corporazioni, tappezzato con gli sponsor più antichi del mondo: ninfe, mostri marini, delfini e galee erano le insegne pubblicitarie dei commercianti che finanziarono la costruzione del teatro due millenni fa. Al contrario di quanto accade al Foro Romano o a Pompei, il sito archeologico di Ostia Antica è abbastanza tranquillo e si può visitare con calma.

Ostia Lido, vocazione estate
Ostia Lido, vocazione estate
In spiaggia: fasti romani o scorciatoie verso la libertà?

Ora tornate alla stazione di Ostia Antica e prendete il treno verso il mare. Scendendo alla stazione di Castel Fusano e vi ritroverete al Lido di Ostia: respirate e godetevi la vastità dell'insieme. Sul lungomare si affaccia il rinomato ristorante di pesce La Vecchia Pineta, dove potrete accomodarvi su una terrazza in riva al mare. Alla spiaggia è possibile accedere soltanto passando attraverso uno stabilimento balneare. I romani amano i club lussuosi come lo Stabilimento Balneare Venezia (Lungomare Amerigo Vespucci 8-12) o il leggendario Kursaal (Lungomare Lutazio Catulo 36)..

In alternativa potete decidere di fermarvi solo per un drink e poi prendere la navetta numero 7 dalla stazione ferroviaria Cristoforo Colombo, sul lungomare in direzione sud, fino a che non vedrete un paesaggio di dune sabbiose. A quel punto sarete al Lido di Castel Fusano, dove le spiagge sono libere e anche la qualità dell’acqua è migliore.

Articoli

Potrebbero interessarti anche

Idee di viaggio

La penisola nella Penisola. Il promontorio dell’Argentario è un tesoro (lo dice il nome stesso) troppo spesso sottovalutato. Il suo mare si fa apprezzare sotto mille aspetti diversi: baie nascoste, spiagge sabbiose, insenature di sassi, maestose scogliere, acqua cristallina. I suoi borghi, da Porto Santo Stefano a Porto Ercole, colorano le calde serate estive. Ma anche le strade panoramiche, le tracce della dominazione spagnola, la riserva naturale della Feniglia… Insomma: in questo angolo di paradiso tra Lazio e Toscana c’è un tesoro da scoprire. O riscoprire.

Idee di viaggio

Si narra che le isole dell'Arcipelago Toscano siano le perle della collana indossata da Afrodite, spezzatasi quando la dea della bellezza emerse dalle acque e le sparse nel blu del mar Tirreno. L'Isola d'Elba è la più grande di queste perle e delle isole minori del nostro paese. Tuttavia, è ancora (fortunatamente) appartata e lontana dal trambusto e e dagli eccessi turistici della terraferma.