Itinerari

Strada Romantica – Baviera on the road: viaggio nel cuore dello spirito tedesco

Alessandra Carini

Inizia da Würzburg e termina a Füssen, snodandosi per 460 chilometri di paesaggi da cartolina, costellati di villaggi, castelli e musei: è la Strada Romantica, Romantische Strasse in tedesco, una delle esperienze più suggestive nel cuore della Germania.

Würzburg, splendida vista sul Meno © Alessandra Carini
Würzburg, splendida vista sul Meno © Alessandra Carini

È romantica, perché si snoda tra i luoghi più belli della Baviera. È la scelta perfetta per gli amanti degli on the road. Dieci giorni sono il tempo ideale per scoprirla, anche se per inoltrarsi lungo tutte le deviazioni servirebbe un po’ più tempo.

Oggi descriveremo solo alcune delle tappe imperdibili del percorso. Würzburg è una delle città che più ci è rimasta nel cuore: viva, frizzante e bellissima. Adagiata sul fiume Meno, è ricca di storia e di palazzi dalle architetture suggestive. Da non perdere: la Fortezza Marienberg, prima chiesa cristiana della città e i panorami dal giardino del principe; il vecchio ponte sul Meno con le sue 12 statue giganti; la Residenz dagli interni sfarzosi e con giardini da fiaba.

Rothenburg ob der Tauber © Alessandra Carini
Rothenburg ob der Tauber © Alessandra Carini

Proseguendo si incontra il villaggio di Tauberbischofshelm, che ha dato i natali al nonno del famoso scrittore romantico Von Brentano. Passeggiando per le vie l’attenzione è subito attratta dalla la pittoresca piazza del mercato e dal castello dell’arcivescovo Kurmainzisches Schloss.

Rothenburg ob der Tauber è interamente circondata da 3,5Km di mura, percorribili a piedi, lungo il camminamento di ronda. Ogni anno arrivano qui circa 2 milioni di turisti. Chi ama la cultura, deve approfittarne per visitare il museo Criminale medievale o il museo tedesco del Natale.

Proseguendo da Nord verso Sud, incontriamo Dinkelsbühl, uno dei borghi più pittoreschi della Baviera. Il centro storico è costellato da bellissime case, in tradizionale stile a graticcio ed è circondato da molte torri e porte difensive, una più bella dell’altra. Perché non concludere la serata con una romantica passeggiata, lungo le rive del lago?

Nördlingen, estetica tedesca © Ivan Balducci
Nördlingen, estetica tedesca © Ivan Balducci

Se cercate una particolarità, lungo la strada romantica, fermatevi a Nördlingen im Ries. La città è adagiata sul cratere Ries, originatosi dall’impatto di un meteorite 15 milioni di anni fa. Con un diametro di 1500 metri, è uno dei più grandi meteoriti che hanno colpito la terra. Per ammirare dall’alto tutta la bellezza della città, fate una passeggiata lungo il camminamento di ronda, oppure salite sul campanile Daniel della chiesa di San Georg.

Augusta è la terza città più grande della Baviera e, a differenza di Würzburg, ha un’atmosfera più frenetica e spartana. Visitare bene Augusta richiede più tempo di quanto si possa pensare ad un primo sguardo, infatti, ospita più di 15 tra musei e gallerie.

Se i castelli sono la vostra passione, Schwangau è un ottimo punto di partenza, per visitare sia il bianco castello di Neuschwanstein, sia Hohenschwangau. Qui re Ludwig ha dato il suo meglio, realizzando alcuni dei castelli più visitati della Germania. Sarete in una cornice da cartolina, a strapiombo sulla roccia e circondati da acque blu cristalline. Seduto alla finestra di Hohenschwangau, Ludwig osservava la costruzione del suo capolavoro, Neuschwanstein.

La fine del nostro percorso ci conduce a Sud, nella suggestiva città di Füssen, dalla storia antica e travagliata, risalente al tempo dei romani. Molto particolari sono il suo castello bianco, la piccola chiesa rossa, che conduce verso i punti panoramici lungo il fiume, e le sue molte viuzze colorate.

Articoli

Potrebbero interessarti anche

Itinerari

Meraviglia e stupore: due emozioni che visitando l’arcipelago delle Lofoten vi travolgeranno. Come perle adagiate nel mare, queste piccole isole Norvegesi sono inaspettatamente belle, una bellezza severa ma incantevole. La varietà del paesaggio è straordinaria ed è tra le cose che maggiormente entusiasmano i visitatori: un territorio irregolare ricco di contrasti, dove si trovano contemporaneamente mare, montagne, piccole pianure, laghi, spiagge favolose, fiordi.

Itinerari

Cultura e storia, gastronomia e tradizioni. Il tutto in una cornice naturale che rende la Vallonia la regione verde del Belgio. Di stampo francofono, lontana dalle vicine Fiandre. Visitarla è il modo ideale non solo per rilassarsi, ma soprattutto per ricaricarsi attivamente. Andando alla scoperta dei suoi luoghi simbolo, quali città e località minori.