Lifestyle

Mangiare a Lisbona: breve menu per la cena perfetta

Redazione

Redazione

Arte, letteratura, atmosfere romantiche. E il cibo? Non penserete di venire a Lisbona e di rinunciare ai piatti deliziosi della città? Con questo articolo vi metteremo l’acquolina in bocca e vi impediremo di correre il rischio!

Mariscos a volontà
Mariscos a volontà

In Portogallo la vita scorre tranquilla e anche nella capitale si può mangiare una cena coi fiocchi senza spendere molto. L’oceano Atlantico offre alla cucina locale i migliori ingredienti: il pesce fresco e i frutti di mare primeggiano nelle ricette tradizionali. Se volete mangiare a Lisbona, non lasciatevi sfuggire l’occasione di una scorpacciata di mariscos (frutti di mare) in una tasca (trattoria) o in una marisqueria (ristorante di pesce).

Per cominciare

Gusti classici e decisi per immergersi nei sapori dell’oceano: amêijoas à bulhão pato (cozze con salsa a base di aglio e limone) e salada de polvo (insalata di polpo).

Bolinhos de bacalhau, baccalà in mille modi
Bolinhos de bacalhau, baccalà in mille modi
Primo piatto

Il piatto nazionale è il baccalà, delizioso in versione bacalhau à brás: un gratin con le patate, altro ingrediente onnipresente sulle tavole portoghesi.

Secondo piatto

Sfiziose le lulas recheadas (seppie ripiene), le pastéis de bacalhau (crocchette di baccalà) e i rissóis de camarão (sofficini di gamberi): bocconcini prelibati che ogni dona (padrona di casa) sa preparare alla perfezione.

Budino di riso: meraviglia
Budino di riso: meraviglia
Dessert

Un altro elemento immancabile è il riso, anche in versione dolce come nell’arroz doce, con latte, spezie, zucchero e uova.

Buon appetito!

Articoli

Potrebbero interessarti anche

Lifestyle

Buona parte del fascino di Londra è dovuto ai suoi miti pop. Da James Bond ai Fish&Chips, andiamoli a cercare, quartiere per quartiere!

Lifestyle

Non promettiamo miracoli, ma con queste destinazioni di viaggio una cosa è certa: l’ansia sarà tenuta a bada, allontanata e poi, con un po’ di applicazione, felicemente sconfitta. I suoi antidoti? Un tè alla menta, un bagno caldo e un paesaggio semplicemente incantato.