Lifestyle

Scozia, in viaggio con Harry Potter

Alessandra Carini

Sei anche tu un fan di Harry Potter? Bene, allora seguimi in Scozia alla scoperta dei luoghi in cui sono ambientate le sue avventure.

Edimburgo, una vetrina dedicata a Harry Potter © Alessandra Carini
Edimburgo, una vetrina dedicata a Harry Potter © Alessandra Carini
Edimburgo, legame profondo

J.K. Rowling – la celebre ideatrice di Harry Potter – è nata in Inghilterra, alle porte di Bristol, ma ha un legame autentico con Edimburgo. Proprio qui ha scritto molte delle sue pagine nell’ormai celebre caffetteria The Elephant House (21 George IV Bridge). Questo però è solo l’inizio di un lungo filo rosso che nella capitale scozzese unisce le storie della Rowling alla realtà.

Vicino alla caffetteria si trova il cimitero di Greyfriars Kirkyard, dove la scrittrice era solita passeggiare. Noterai una lapide, che custodisce i resti di un padre e di un figlio, entrambi di nome Thomas Riddell, che probabilmente ha ispirato il nome di Lord Voldemort. Altre lapidi interessanti nei paraggi sono quella di William McGonagall ed Elizabeth Moodie, anche se la Rowling non ha mai confermato o negato legami con i nomi dei personaggi della saga.

Grassmarket e Victoria Street, due vie tipiche e coloratissime della capitale scozzese, hanno ispirato Diagon Alley. Ogni volta che cammino per queste strade, mi aspetto che all’improvviso sbuchi il negozio di bacchette di Olivander!

In giro per Edimburgo © Ivan Balducci
In giro per Edimburgo © Ivan Balducci

Al National Museum of Scotland sono in mostra alcuni degli scacchi di Lewis, che hanno ispirato la battaglia giocata da Harry, Ron ed Ermione in Harry Potter e la camera dei segreti.

Edimburgo, ospita anche tour a piedi ed eventi legati al maghetto. Sono molti i luoghi che richiamano le sue avventure, come la George Heriot’s School, che divide gli studenti in quattro case, proprio come a Hogwarts.

Per chi non volesse lasciare la città a mani vuote, ci sono diversi negozi dedicati a Harry: Diagon House è uno di questi! Ancora, l’impronta delle mani della Rowling ti aspetta nella corte di fronte alle Edinburgh City Chambers, lungo High Street.

J.K. Rowling ha finito di scrivere Harry Potter e i doni della morte nella stanza 552 del Balmoral Hotel. Da allora questa stanza è dedicata alla scrittrice e soggiornarci costa una piccola fortuna! Nonostante questo forte legame, nessuna scena dei film della saga di Harry è mai stata girata nella capitale scozzese.

Edimburgo, le mani di J.K. Rowling © Alessandra Carini
Edimburgo, le mani di J.K. Rowling © Alessandra Carini
In giro per la Scozia: la magia continua

I luoghi che hanno ispirato Harry Potter, non si trovano solo a Edimburgo, ma sono sparsi un po’ per tutta la Scozia. Chi non ha desiderato salire a bordo dell’Hogwarts Express? Lo storico treno a vapore, che sfreccia lungo il viadotto di Glenfinnan e porta gli studenti alla scuola di magia e stregoneria, esiste davvero! È il Jacobite Steam Train, che passa accanto al Loch Eilt, utilizzato come location in diversi film.

Il maestoso Glen Coe è stato usato per la casa di Hagrid, mentre gli scenari che fanno da sfondo alle spettacolari partite di Quidditch si trovano nella zona di Glen Nevis.

Questo paese è una terra magica, il luogo ideale per ospitare un racconto incantato – inevitabile che Harry Potter sia nato qui!

Per finire, una curiosità, fuori dai confini scozzesi. Il Castello di Alnwick, in Inghilterra, ha ospitato le lezioni di volo di Madama Bumb.

Alnwick Castle, pronti alle lezioni di volo? © Alessandra Carini
Alnwick Castle, pronti alle lezioni di volo? © Alessandra Carini

Nel cortile interno, c’è un cartellone, che indica il punto esatto in cui Harry ha toccato per la prima volta la sua nimbus e si è librato in volo. Se vuoi partecipare a una lezione, questo è il posto giusto per te! Riconoscerai tanti piccoli angoli magici.

Articoli

Potrebbero interessarti anche

Lifestyle

Barcellona è una di quelle città che può essere tranquillamente letta come un libro. Un viaggio a Barcellona, infatti, può essere ispirato da molti elementi, come se fossero i capitoli di un'opera scritta da persone che adoriamo e che apprezziamo. Uno dei capitoli di questo ipotetico volume ispiratore è, senza dubbio, legato alla movida. Ora i tempi sono un po’ particolari, ma nulla ci vieta di sognare nuove partenze e, perché no, lasciarci ispirare da cocktail e mixology di alto livello per poter organizzare il nostro itinerario alla scoperta di Barça, come la chiamano i catalani.

Lifestyle

La grandezza di una città non si misura solo con i monumenti entrati nell’immaginario. Può essere raccontata anche attraverso gli occhi e le voci di personaggi iconici che l’hanno vissuta, a volte quasi subìta. Da questo punto di vista, Praga è madre e matrigna al tempo stesso.