Natura e spiagge

Toscana: l'Isola del Giglio. Acque cristalline e tramonti da sogno

Un angolo di Toscana ad un’ora di navigazione dalla laguna di Orbetello, L’Isola del Giglio è una piccola bellissima isola che vi affascinerà con le sue colline brulle, calette azzurre e scogliere a picco sul mare che cambiano colore con il passare delle ore della giornata. Non perdete le casette colorate di Giglio Porto, la Cala del Corvo, la Cala dello Smeraldo e l’antica fortezza di Giglio Castello così come i magici tramonti dell’isola dai suoi fari e dalla sua cima più alta: il Poggio della Pagana. Quest’isola blu mediterraneo, verde palma e oro sabbia strega i viaggiatori che arrivano sulle sue sponde e ricorda a tutti di quanta bellezza è capace il nostro Mediterraneo!

Giglio Porto, armonia perfetta
Giglio Porto, armonia perfetta
Alla scoperta dell'isola

Iniziate la vostra scoperta dell’isola da Giglio Porto: il pittoresco biglietto da visita dell’isola in cui c’è sempre un gran movimento di persone che si aggirano tra le casette colorate, i tanti bar, ristoranti e piccoli negozi. L’arrivo su Giglio Porto è sempre spettacolare; assicuratevi di salire sul ponte del traghetto all’arrivo per non perdervi la schiera di case colorate e le barche ormeggiate tra i due fari che si protendono in mare alle estremità dei moli.

Passeggiate lungo il molo rosso, prendete un caffè sulle sedie in vimini di un bar e godetevi il passeggio. Arrivate alla vicina e affascinante Cala del Saraceno in cui il mare incontra le case e sedetevi sugli scogli ad ammirare il frangersi delle onde! L’aria allegra e vacanziera di questo paesino vi conquisterà!

Isola del Giglio, tramonto fantastico | Credit Guendalina Stabile - Eleutha
Isola del Giglio, tramonto fantastico | Credit Guendalina Stabile - Eleutha
Appuntamento con il tramonto più magico

L’isola è un continuo alternarsi di salite e discese ma non mancano le spiagge di sabbia bianca con acqua cristallina come la Spiaggia delle Cannelle a dieci minuti di auto dal porto o la grande spiaggia di Campese, sul versante opposto dell’isola che richiama isolani e turisti ogni sera per il tramonto per sorseggiare un cocktail e guardare il sole cadere nel mare.

Il tramonto più magico si ammira però dal punto più alto dell’isola: la cima di Poggio della Pagana,  facilmente raggiungibile a piedi attraverso un sentiero in una ventina di minuti dal paesino di Giglio Castello. Una vista a 360 gradi sull’isola ed il mare che la circonda, l’Argentario, Montecristo e la Corsica vi ricorderanno di quanta bellezza è capace il nostro Mediterraneo!

Giglio Castello è il più alto dei borghi di questa splendida isoletta. Il castello fu costruito nel XII sec. ed è circondato da maestose mura con alte torri e quello che in passato era l’interno del castello oggi sono le vie strette ed acciottolate del paese. In particolar modo la sera, con le luci gialle dei lampioni che si accendono, qui si respira un’atmosfera rilassata e suggestiva.

In cima al Giglio | Credit Guendalina Stabile - Eleutha
In cima al Giglio | Credit Guendalina Stabile - Eleutha
Meravigliosa circumnavigazione

Per apprezzare appieno la bellezza dell’isola vi consiglio inoltre di vederla dal mare e navigare in barca lungo il su perimetro. Noterete infatti mille calette paradisiache accessibili solo dal mare come la “Cala del Corvo” con la sua grotta sottomarina e la verde “Cala dello Smeraldo” che vi affascinerà con la sua acqua limpida, le barche in rada ed il sole caldo che scalda le rocce.

Tra i luoghi più poetici dell’isola ci sono poi grandi fari del Fenaio alla punta nord e di Capel Rosso alla punta sud, entrambi riconvertiti in strutture ricettive dove regnano calma e bellezza e dove è impossibile perdersi un tramonto con da pelle d’oca con gli occhi puntati sull’orizzonte, la luce calda ed arancione del sole e la brezza delle sere d’estate.

Articoli

Potrebbero interessarti anche

Natura e spiagge

Quali sono i migliori consigli pratici per vivere una fantastica vacanza a Maiorca? Leggendo questo articolo saprete esattamente che cosa portare, come muoversi, che cosa mangiare e molto altro.

Natura e spiagge

Favignana e Levanzo, isole intime, per inspirare a lungo e diradare i pensieri. Una visita fuori stagione in primavera o in autunno è il periodo perfetto per concedersi qualche giorno di Mediterraneo, lontani dalla folla estiva, avvolti dal canto delle cicale.